HomePresentazioneProgramma 2017Ultime edizioniLibro degli ospitiContattiPagina You Tube



  Omaggio musicale di Gabriele Coen, sax e clarinetto, e Francesco Poeti, chitarra elettrica
Raffaele Cantone, Franco Di Mare
Martedì 13 agosto 2013 - ore 21.00
Formia - Scuola Nazionale di Atletica Leggera
via Appia Lato Napoli, 175

- Ingresso libero -


I due scrittori protagonisti di questa serata hanno dato vita a personaggi che sono diventati nostri fedeli compagni di viaggio. Del commissario Ricciardi e dell’avvocato Malinconico non possiamo più fare a meno.
MAURIZIO DE GIOVANNI - Brillante autore di gialli dall'intensa scrittura, è nato nel 1958 a Napoli dove vive e lavora. Ha iniziato a scrivere nel 2005 vincendo un concorso per giallisti esordienti. Dal 2007 al 2010 pubblica da Fandango quattro romanzi con protagonista il commissario Ricciardi ambientati nella Napoli del fascismo. L'intero ciclo composto da Il senso del dolore, La condanna del sangue, Il posto di ognuno e Il giorno dei morti è stato rieditato da Einaudi Stile Libero.
I bastardi di Pizzofalcone Per lo stesso editore nel 2011 è uscito un quinto volume dal titolo Per mano mia. Il Natale del commissario Ricciardi i cui diritti cinematografici sono stati acquistati da Riccardo Scamarcio e Valeria Golino, e lo scorso novembre Vipera, Premio Selezione Bancarella  2013 e finalista al Premio Viareggio. Parallelamente a questa serie, pubblica con Mondadori Il metodo del coccodrillo ambientato nella Napoli contemporanea in cui compare un nuovo personaggio, l’ispettore Lojacono, tenebroso e umano che ritroviamo anche nel recentissimo I bastardi di Pizzofalcone, da poche settimane in libreria e in testa alle classifiche di vendita.
Maurizio de Giovanni ha anche scritto racconti a tema calcistico sul Napoli, squadra di cui è visceralmente tifoso, e  opere teatrali delle quali l'editore Tunuè ha ora pubblicato l'adattamento a fumetti.
I suoi lettori, oramai numerosissimi, sono in continuo aumento grazie allo straordinario fenomeno del passaparola.
I suoi romanzi sono tradotti e in corso di traduzione in molti paesi europei negli Stati Uniti.
DIEGO DE SILVAScrittore, giornalista e sceneggiatore, vive tra Salerno e Roma. Nel 2001 pubblica il romanzo Certi bambini dal quale è stato tratto l'omonimo film vincitore di numerosi premi fra cui l’Oscar europeo e due David di Donatello. Seguono La donna di scorta, Voglio guardare, Da un'altra carne, e racconti in diverse antologie.
Nel 2007 con Non avevo capito niente inizia la fortunatissima  serie di romanzi con protagonista l'avvocato Malinconico, personaggio che incontra immediatamente le simpatie dei lettori e le cui storie proseguono nei successivi Sono contrario alle emozioni e Mia suocera beve.
Il suo ultimo libro è il romanzo breve Mancarsi, la storia di Irene e Nicola, anime in cerca di felicità che sarebbero destinate a una grande storia se solo s'incontrassero una volta nel bistrot che frequentano entrambi.
Scrive anche per il cinema e collabora al quotidiano Il Mattino.
De Silva - Mancarsi
I suoi libri, che hanno ottenuto molti riconoscimenti e che in Italia pubblica Einaudi, sono tradotti in Inghilterra, Francia, Spagna, Germania, Olanda, Portogallo, Grecia, Israele, USA.
GABRIELE COEN - Sassofonista, clarinettista, compositore, si dedica da oltre quindici anni all’incontro tra jazz e musica etnica, in particolare mediterranea e est-europea, svolgendo un'intensa attività a livello nazionale e internazionale.
Gabriele CoenÈ fondatore dei KlezRoym - la più nota formazione italiana dedita alla riattualizzazione del patrimonio musicale ebraico.
Come compositore e interprete ha realizzato sigle televisive, commenti musicali  e  musiche  per  documentari  e  per  balletti nonché  numerose collaborazioni teatrali e musiche da film.
Nel 2010 il suo lavoro con i Jewish Experience, Awakening, è uscito per la prestigiosa etichetta Tzadik di John Zorn;  “onore” concesso per la prima volta a una band italiana che reinterpreta in chiave jazzistica il repertorio popolare ebraico attraverso brani klezmer e sefarditi, oltre a composizioni originali, amalgamando radici e contemporaneità con risultati di nuova e sofisticata concezione.
Per la stessa etichetta è da pochi mesi  uscito il suo Yiddish Melodies in Jazz, seconda esaltante avventura discografica  d'oltreoceano

FRANCESCO POETI - Ha frequentato corsi con i più importanti chitarristi del panorama internazionale come Adam Rogers, Jim Hall, Mike Stern, Scott Henderson, Peter Bernstein  Kenny Barron . Ha collaborato con Tony Scott, Kenny Wheeler, Nicola Stilo, Stefano Cantini, Matt Renzi, Fabrizio Sferra e molti altri. Ha suonato nello spettacolo teatrale “Canto per Shatila” di L. Mezzanotte e ha composto parte delle musiche per il film “Sangue” di L. De Rienzo.
Ha inciso su vari dischi  e all’attività di musicista professionista, affianca da svariati anni l’insegnamento in alcune scuole di musica di Roma.
Francesco Poeti

tuttilibri Formia