HomePresentazioneProgramma 2017Ultime edizioniLibro degli ospitiContattiPagina You Tube



Francesco Piccolo e Angela Terzani Staude
Giovedì 28 agosto 2014 - ore 21.00
Gaeta - Via Annunziata, Quartiere Medioevale
Letture di Edoardo Siravo
- Ingresso libero -

“Cosa fa della vita che abbiamo un’avventura felice?” si chiede Tiziano Terzani nei suoi diari. La stessa domanda riecheggia con acuta ironia nei libri di Francesco Piccolo, vincitore del Premio Strega 2014.
FRANCESCO PICCOLONato a Caserta nel 1964 e attualmente residente a Roma, è autore di romanzi e raccolte di racconti tra i quali: Storie di primogeniti e figli unici (Premio Giuseppe Berto, Premio Piero Chiara), Allegro occidentale, La separazione del maschio e Momenti di trascurabile felicità. Il suo recente Il desiderio di essere come tutti, con il quale ha vinto il Premio Strega 2014, racconta le vicende e la formazione sentimentale, oltre che politica, di un ragazzo di provincia. Eventi memorabili quali i funerali di Berlinguer, il colera a Napoli, la carcerazione di Sophia Loren a Pozzuoli, i vent’anni di Berlusconi al potere fanno da sfondo a una narrazione che racconta come vita privata e vita pubblica si intersecano inevitabilmente: pagine che fanno riflettere, nelle quali ci si può rispecchiare per affinità o per opposizione. Premiato entusiasticamente dai lettori (come conferma la classifica letteraria di questa estate), il romanzo aiuta, con ironia e acume notevoli, a comprendere meglio aspetti tutt’altro che trascurabili del nostro Paese.
Il talento di Francesco Piccolo si esprime anche nella scrittura per il cinema, disciplina che insegna presso il D.A.M.S. della terza università di Roma. Ha firmato sceneggiature per registi del calibro di Placido, Soldini, Moretti e Virzì (Caos calmo, La prima cosa bella, Habemus papam, Gli sfiorati, My name is Tanino, Paz!, Agata e la tempesta, La prima cosa bella, Il caimano e Il capitale umano, con il quale ha vinto proprio nell’anno in corso David di Donatello e Nastro d’argento). È tra gli autori di programmi televisivi come il Festival di San Remo condotto da Fabio Fazio e Vieni via con me; inoltre collabora con diverse riviste e quotidiani tra cui il Corriere della Sera.

ANGELA STAUDE - Nata e cresciuta a Firenze da genitori tedeschi, ha studiato lingue a Monaco e tradotto per case editrici italiane. Nel 1972 è partita alla volta dell’Asia insieme al marito, il giornalista Tiziano Terzani, e ai loro due figli. Ha vissuto a Singapore, Hong Kong, Pechino, Tokyo, Bangkok e Delhi, fino al rientro a Firenze nel 2004. I suoi libri Giorni cinesi e Giorni giapponesi, pubblicati anche in Germania, sono diari metodicamente tenuti e pazientemente rielaborati. Strutturati come romanzi, tra scoperte, felici intuizioni e riflessioni profonde, ci svelano cultura, organizzazione sociale e pensiero di quei popoli lontani. Angela è la donna speciale che Tiziano Terzani ha conosciuto a 18 anni, quando intuì subito di aver trovato l’altra metà, la compagna con la quale stabilire un accordo ideale su come guardare al mondo e sulla direzione da seguire nella vita. Una comunione unica, la loro, fatta di grandi presenze ma anche di loquaci silenzi, che ben si rispecchia nelle parole di un antico poeta bengalese “L’amore […] è come un elefante legato con un filo di seta.” Tiziano ha scritto che se avesse potuto deciderlo, le sue ultime parole sarebbero state: “Ringrazio tutti quelli che mi hanno dato una mano, e Angela che me le ha date tutte e due.”

Dalla scomparsa del marito, nel luglio del 2004, Angela ne cura gli inediti, collaborando a numerose pubblicazioni quali il recente Tiziano Terzani, un’idea di destino. Diari di una vita straordinaria. Il volume, pubblicato da Longanesi come tutti i precedenti, è ai vertici della classifica di vendita, in materia di saggistica, sin dalla sua uscita. Si tratta di un’opera inedita di sorprendente ricchezza, un grandioso testamento spirituale che narra la storia e le vicende di un essere umano straordinario.


MAURIZIO CAMARDI - Talentuoso jazzista italiano, suona vari sassofoni e flauti etnici. Si occupa della direzione artistica di importanti rassegne di musica, letteratura e teatro.
Maurizio Camardi
Insieme al musicologo Roberto Favaro ha fondato nel 1985 la Scuola di Musica "George Gershwin" di Padova di cui è  direttore.  Ha collaborato con numerosi artisti tra i quali Paolo Fresu, Stefano Battaglia, Enrico Rava, Ricky Gianco, Gualtiero Bertelli, Cooper Terry e suonato in tutto il mondo  (Jugoslavia, Nicaragua, Svizzera, Ecuador, Slovenia, Stati Uniti, Canada e Repubblica Araba Saharawi Democratica).  La musica di questi Paesi ha felicemente contaminato la sua arte.
Dal 2000 si occupa di musiche per il teatro collaborando con gli autori Massimo Carlotto, Carlo Lucarelli, Gian Antonio Stella e con gli attori Ivano Marescotti, Ottavia Piccolo, Moni Ovadia, Bebo Storti, Lella Costa, Pamela Villoresi, Alessandro Haber.
Ha al suo attivo otto CD a proprio nome: "In alto mare", "...nostra patria è il mondo intero", "La frontiera scomparsa", "Impronte", "Energie Positive" , "Cristiani di Allah" , "Mare Chiuso" , "Radiomondo"  e numerose altre collaborazioni discografiche.